Alvar González-Palacios •

È nato a Cuba nel 1936. Dopo lunghi viaggi fra Stati Uniti ed Europa si trasferì a Firenze dove compì i suoi studi universitari e fu allievo di Roberto Longhi. Tra i suoi libri, che costituiscono il più importante contributo alla storia delle arti decorative italiane, si ricordino almeno Il Tempio del Gusto (1984 e 1986), Il Gusto dei Principi (1993), Arredi e Ornamenti alla corte di Roma (2004), Nostalgia e invenzione. Arredi e arti decorative a Roma e a Napoli nel Settecento (2011). Accanto ad essi vanno ricordati Il patrimonio artistico del Quirinale. Gli arredi francesi (1996); Il patrimonio artistico del Quirinale. I mobili italiani (1997), Las colecciones reales españolas de mosaicos y piedras duras, Museo del Prado (2001), Il serraglio di Pietra. La salka degli Animali in Vaticano (2013); Giuseppe Maggiolini. Catalogo ragionato dei disegni (con Giuseppe Beretti, 2014). Gli studi su Luigi Valadier, iniziati nel 1977 con diversi saggi, sono proseguiti nel catalogo della mostra Luigi Valadier au Louvre ou l’Antiquité exaltée, Museo del Louvre, 1994; ampliata in quella tenutasi presso l’Accademia di Francia a Villa Medici, L’oro di Valadier. Un genio nella Roma del Settecento. Presso la Frick Collection di New York, fra ottobre 2018 e gennaio 2019 si è tenuta la mostra Luigi Valadier. Splendor in Eighteenth Century Rome, accompagnata dalla traduzione inglese di questo lavoro.

Pubblicazioni