This is Chicago

30,00 

2018 • 144 pp. • cartonato in plancia • 19,5 x 29 cm • 108 tavv. in bicromia
978-88-3367-020-1

Lingua: italiano

Disponibile anche in inglese (978-88-3367-003-4)

Categorie: , , Tag: , , Product ID: 4567

This is Chicago

Luigi Bortoluzzi

con una prefazione di Scott Turow

 

Una nuova esplorazione fotografica di Chicago, una città che affascina i visitatori per il suo carattere profondamente americano.
In più di cento fotografie il volume presenta diversi aspetti di questa metropoli ricca di contrasti: a partire dai celebri quartieri del centro, dove tanti film sono stati girati rendendo queste strade familiari al mondo intero, fino alle periferie e ai sobborghi, ciascuno dei quali possiede la propria personalità e il proprio fascino.
Pagina dopo pagina, le vie vuote lasciano il posto alla solennità degli edifici e delle banchine; e i cittadini che vivono e lavorano in città incrociano i visitatori, venuti dal Midwest per scoprire inaspettati paesaggi urbani.
Una parte degli scatti è dedicata al mondo del blues, dai molteplici club dove viene suonato e «vissuto» notte dopo notte, al Chicago Blues Festival, il grande evento che si tiene alla fine della primavera e che vede sempre una straordinaria partecipazione del pubblico più vario, uno spettacolo da immortalare con la macchina fotografica tanto quanto gli artisti sulla scena.
La prefazione è di Scott Turow, uno dei maggiori scrittori di Chicago (dal suo libro, Presunto innocente, è tratto l’omonimo film del 1990 con Harrison Ford).

 

Il modo d’essere specifico delle città è la varietà: un alveare ronzante di ambizioni, idee e imprese che si confrontano in uno spazio circoscritto, dove ogni abitante si affretta verso il suo traguardo. In effetti, il miracolo permanente della vita urbana è la convivenza. Ma proprio perché ciò che le persone vogliono e fanno in una città è tanto vario, il rapporto tra luogo e persona è, inevitabilmente, unico come una storia d’amore. […]

Questo libro di meravigliose fotografie mi è gradito per molte ragioni, sia per la nuda bellezza delle immagini, sia per i profondi contrasti che rivelano nella città che conosco.

Scott Turow

 

Vedi la scheda dell’autore

Luigi Bortoluzzi