Gilles Marie Oppenord

50,00 

2018 | 2 VOLUMI IN COFANETTO
I. Il taccuini di disegni: 200 pp. | cartonato | 16,5 x 22 cm | 200 tavv. a colori
II. Il volume di commento: 128 pp. | brossura | 16,5 x 22 cm
ISBN: 978-88-99765-79-8

Lingua: francese

Categorie: , Tag: , , Product ID: 4024

Gilles Marie Oppenord
Carnet de dessins faits à Rome, 1692-1699

 

a cura di Peter Fuhring e Jean-Gérard Castex

 

Acquisito dal Louvre nel 1972, il taccuino dei disegni dell’architetto Gilles-Marie Oppenord (1672-1742) è stato studiato solo occasionalmente e viene ora pubblicato per la prima volta in fac-simile nella sua integralità. La sua fragilità (la rilegatura antica non ne permette un’agevole consultazione), il suo interesse storico (costituisce una testimonianza unica sui primi passi dell’artista durante il suo soggiorno romano) e la varietà dei disegni raccolti ne fanno uno dei più affascinanti carnets del département des Arts graphiques del Louvre.
Dal 1692 al 1699 Oppenord soggiorna a Roma, dove approfondisce la sua formazione artistica disegnando architetture e decorazioni degli edifici – antichi e moderni – della città eterna e del Nord Italia. Realizza così numerosissimi disegni, la maggior parte raccolti in taccuini, oggi dispersi o talvolta smembrati, e conservati in diverse grandi collezioni europee e americane. Quello del Louvre, oltre alla grande varietà stilistica e tematica, permette di comprendere la maniera in cui il giovane artista disegna – in uno stesso insieme – ornati, altari, monumenti antichi, edifici e altri elementi architettonici che ha chiara- mente visto in situ.
Questa fascinazione per la decorazione e l’architettura, percepibile attraverso le pagine di questo taccuino, fornirà a Oppenord un repertorio di forme antiche che l’artista svilupperà, una volta tornato a Parigi, in molte sue invenzioni che contribuiranno a fare di lui un grande artista nella prima metà del XVIII secolo.
La pubblicazione è accompagnata da uno studio di approfondimento sul sog- giorno romano dell’artista, che ricostruisce la maniera in cui questa raccolta di disegni si è costituita, e da una descrizione codicologica dettagliata del volume.

Vedi le schede degli autori

Peter Fuhring

Jean-Gérald Castex