Ingannare la Storia

19,50 €

2020 • 272 pp. • brossura • 15 x 21 cm
978-88-3367-119-2

Lingua: italiano

Ingannare la Storia

L’incredibile salvataggio di un milione di libri in yiddish

 

Aaron Lansky

 

All’età di ventitré anni, quando era ancora uno studente universitario, Aaron Lansky decise di salvare i libri in yiddish che venivano abbandonati in tutto il mondo prima che fosse troppo tardi. Gli studiosi stimavano che ve ne fossero ancora settantamila. Oggi, quarant’anni e un milione di libri dopo, egli è riuscito in quella che è stata definita «la più grande impresa di salvataggio culturale nella Storia ebraica».
In Ingannare la Storia, Lansky condivide le sue avventure così come i racconti ricchi di pathos e spesso esilaranti che ha ascoltato viaggiando attraverso gli Stati Uniti e nel mondo (da Cuba alle ex-repubbliche sovietiche) per raccogliere libri. Ne esce un incredibile affresco di una cultura in parte perduta, dell’immigrazione ebraica negli Stati Uniti, di una grande letteratura – basti pensare alla famiglia Singer – e di un milieu intellettuale straordinariamente vario.
A chi gli rispondeva “ma non lo sa che lo yiddish è morto?”, Lansky, con i suoi collaboratori, ha dimostrato non solo che lo yiddish è vivo e vegeto ma anche che la parola scritta può costituire un ponte tra passato e futuro.
Oggi i corsi universitari di letteratura e lingua yiddish sono decine, e non solo negli Stati Uniti, e lo Yiddish Book Center fondato da Lansky ha una propria sede che ospita una grande biblioteca, la biblioteca digitale Steven Spielberg con oltre 12.000 titoli scaricabili gratuitamente, un centro per la storia orale, e ha distribuito i molti libri doppi a studenti, studiosi e 600 biblioteche in 26 nazioni.

Vedi la scheda dell’autore

Aaron Lansky