L’elica e la luce

29,00 

2018 | 192 pp. | cartonato in plancia | 22 x 27 cm | 110 tavv. a colori
ISBN: 978-88-99765-92-7

Lingua: italiano

Catalogo della mostra
Nuoro, MAN_Museo d’Arte Provincia di Nuoro, dal 09 marzo al 10 giugno 2018

L’elica e la luce

Le futuriste 1912 – 1944

 

a cura di Chiara Gatti e Raffaella Resch

Donne e futurismo: il volume prende in esame due aspetti solo apparentemente antitetici, dimostrando la dialettica interna al movimento di Marinetti, che vide le artiste donne al lavoro quanto i loro colleghi maschi.
La ricerca nasce da un precedente illustre, la mostra epocale L’altra metà dell’avanguardia curata da Lea Vergine nel 1980, concentrandosi ora, per la prima volta, su un unico capitolo di quella lunga storia dedicata alle artista moderne. Ecco allora una ricognizione completa e utile su un amplissimo numero di figure femminili che animarono le file del futurismo.
Oltre centodieci lavori di ventisei autrici straordinarie dimostrano, nella qualità dei risultati, nella sperimentazione, nel genio, il contributo dato da queste donne al movimento e all’arte del primo Novecento. Fu proprio grazie all’opera delle artiste che trovò compimento l’interdisciplinarietà delle arti professata dalla famosa «ricostruzione futurista dell’universo»; l’invenzione di tecniche materiche e l’impiego del corpo come nuovi linguaggi dell’arte segnarono le origini dell’arte performativa e dell’happening contemporanei.

Vedi le schede delle curatrici

Chiara Gatti

Raffaella Resch

Vedi l’evento

L’elica e la luce. Le futuriste. 1912-1944

Rassegna stampa