45,00 €

2021 • 496 pp. • brossura con alette • 16,8 × 24 cm • 80 ill. a colori e bn
978-88-3367-152-9

lingua: Inglese

Ariosto and the Arabs

Context for the Orlando Furioso

a cura di Mario Cesari, Monica Preti e Michael Wyatt

 

La prima edizione dell’Orlando furioso risale al 1516 e fu rivista due volte prima dell’edizione definitiva del 1532. Il poema viene pubblicato in un mondo in rapida espansione ma allo stesso tempo testimone di un disastroso incrinamento delle certezze politiche, sociali e religiose.
Ispirandosi al celebre poema di Borges, Ariosto y los Arabes (1960), questo volume, risultato di un convegno interdisciplinare tenutosi a I Tatti, si focalizza sul ruolo svolto dal mondo musulmano come “Altro” nel testo ariostesco. Vengono investigati il composito panorama politico, religioso e linguistico e i sistemi di relazioni che si intessono attorno al Furioso, facendo riferimento alle fonti, alla ricezione contemporanea e alla successiva fortuna dell’opera. Il poema di Ludovico Ariosto si situa all’apice di una delle tradizioni letterarie europee, la chanson de geste che deriva dall’immaginaria rotta delle truppe di Carlo Magno a Roncisvalle. Tale tradizione successivamente si innestò sulle narrazioni relative alle crociate e al conflitto tra stati europei e impero ottomano. Il Furioso si presenta quindi come il prisma attraverso il quale esaminare i vari anelli della catena di interazioni che caratterizzarono il bacino mediterraneo, dalla tarda antichità, attraverso il medioevo, e fino alla prima età moderna e oltre.