Viaggio a Bandiagara

48,00 

2015 | 328 pp. | brossura con alette | 21 x 28 cm | 397 ill. a colori e b/n
ISBN: 978-88-97737-58-2

Lingua: italiano

Prima edizione francese (ISBN: 978-88-89854-43-3) esaurita

Categorie: , Tag: , Product ID: 2534

Viaggio a Bandiagara

Sulle tracce della Missione Desplagnes 1904-1905. La prima esplorazione del Paese Dogon

 

Ferdinando Fagnola

 

Questo libro racconta la storia di due lunghi viaggi di esplorazione del continente africano: quello intrapreso da Louis Desplagnes nel 1904-1905 e quello, in più riprese, di Ferdinando Fagnola, sulle tracce dell’esploratore francese. All’inizio del Novecento Desplagnes fu il primo europeo ad esplorare minuziosamente il paese Dogon (Mali) durante un viaggio di oltre 2800 km che lo portò da Timbuctu alle falesie di Bandiagara al lago Faguibine e nuovamente a Bandiagara. Durante questo viaggio leggendario, Desplagnes scattò oltre 500 foto (molte delle quali, restate inedite, sono qui riprodotte) e fu quindi il primo a documentare visivamente danze, maschere, vita quotidiana e cultura materiale dei Dogon, attraverso descrizioni e disegni raccolte in due taccuini (il Carnet de route e il Cahier de notes). Nel 1907 pubblicò a Parigi un libro intitolato Le Plateau Central Nigérien, presto dimenticato. L’interesse di Fagnola, scaturito inizialmente dal ritrovare nei taccuini di Desplagnes una statuetta Dogon presente nella sua collezione, si è presto esteso alle vicende di questa prima, mitica esplorazione e alla cultura Dogon. Decine di viaggi in Mali gli hanno permesso di tracciare con precisione l’itinerario di Desplagnes e di fotografare, a cent’anni di distanza, gli stessi luoghi, abitazioni, emergenze monumentali. Il libro non è solo il racconto di questo dimenticato viaggio di esplorazione, ma una vivace introduzione alla cultura Dogon, all’arte, ai riti, alla cultura materiali e alla geografia di questo luogo incantato, così importante per tutti coloro che si interessano all’Africa e alla sua cultura. Il volume comprende inoltre un contributo di Geneviève Calame-Griaule che analizza le parole dogon citate nell’opera di Desplagnes.

Contenuti extra

Rassegna stampa

Vedi la scheda dell’autore

Ferdinando Fagnola